Qualità nella stampa:

l’arte del fare bene come una volta,
con la voglia di arrivare sempre primi.

Artigrafiche Jolly di Crescentino (VC) è un esempio di successo imprenditoriale. Tra i giovani imprenditori non ci sono soltanto i pionieri di nuovi business, ma anche gli eredi di grandi imprese di famiglia che hanno saputo valorizzare e potenziare la ricchezza messa nelle loro mani. È il caso dei fratelli Andrea e Daniele Gazzi che, poco più che trentenni, gestiscono da anni con grande passione la tipografia Artigrafiche Jolly di Crescentino (VC), ereditata dal padre Gianni che la fondò nel dicembre del 1974.

Come unire la tradizione e l’innovazione, con una grande certezza: quella che, nonostante il digitale, lo stampato di qualità conservi un fascino e un potere promozionale impareggiabile. Con dedizione, rispetto per il passato, curiosità e voglia d’innovare, il team di Artigrafiche Jolly ha costruito un’offerta dal mix vincente, che oggi compete per efficienza produttiva con realtà di dimensioni molto maggiori.

Il successo dell’attività è dato, ad oggi, dalla costante presenza dei titolari accanto alla squadra, con l’obiettivo di ottenere sempre il massimo risultato e soprattutto conquistare la fiducia del cliente che, seguito in ogni fase, non mancherà di richiedere altri servizi nel tempo.

Dunque, oltre alla qualità e all’efficienza che sono alla base del lavoro quotidiano, l’attenzione è rivolta alla cura delle relazioni interpersonali: principi come la disponibilità e l’apertura a trovare la soluzione migliore, per costruire insieme il prodotto finale, differenziano il servizio di Artigrafiche Jolly dai concorrenti locali e, in molti casi, anche dai grandi gruppi nazionali che sono più carenti in tema di rapporti diretti.

Il prodotto finale viene vissuto come il risultato di un processo produttivo che coinvolge il cliente e il tipografo in ogni fase per ottenere il massimo, con l’obiettivo della costruzione di un rapporto duraturo basato sulla fiducia e sulla collaborazione: la qualità dei grandi gruppi dunque, con la trasparenza e la flessibilità di un piccolo partner.

Daniele Gazzi racconta così la strategia d’impresa: “La nostra idea è quella di restare competitivi mantenendo i prezzi immutati, cercando di assorbire gli aumenti delle materie prime con una strategia commerciale di allargamento del portafoglio clienti”. Continua: “Grazie all’approccio umano e dinamico del nostro gruppo, abbiamo potuto permetterci negli anni una crescita investendo su macchine più veloci, computerizzate e dotate di controllo qualità, che ci permettono di aumentare la produttività e offrire il top sul mercato in questo momento”.